Tutorial

TouchOSC tool per Modul8

Questa guida è riservata a Vj e Visual Artist.

 

Grazie per aver scelto questo contenuto ! Ti ricordiamo che mscompany e msvideo hanno adoperato alla creazione di un tool per un App già esistente, Touch OSC, e quindi i loghi utilizzati ed i riferimenti tutti sono di proprietà dello sviluppatore, Hexler Limited.

Questa guida è per utenti Mac, MacBook Pro, iPad ed iPhone, e tutti i marchi ed i riferimenti sono di proprietà Apple, inoltre si necessità l’utilizzo del software Modul8 presente solo su tali dispositivi.

Tutti i marchi ed i riferimenti a tale software sono di proprietà di Garage Cube .

 

START

Per prima cosa bisogna accertarsi di avere tutto l’occorrente necessario per poter gestire a distanza il vostro software Modul8 da dispositivo iOS .

 

⁃ Avere il programma Modul8 installato e con licenza di acquisto attiva, potete trovare il software a questo indirizzo :

 

http://www.modul8.ch/index.php?c=buy

 

Il costo si aggira intorno ai 300€ e vi rilascia due license indipendenti.

 

⁃ Acquistare l’app per iPad o per iPhone, TouchOSC, il costo è di 5,49 € e lo potete trovare a questo indirizzo

 

https://itunes.apple.com/app/touchosc/id288120394#

 

⁃ Scaricare a questo indirizzo, un Tool molto utile per generare automaticamente la connessione fra MacBook o Mac ed iPad o iPhone. Il Tool è TouchOSC Bridge e lo trovate a questo indirizzo.

 

https://hexler.net/mint/pepper/orderedlist/downloads/download.php?file=https%3A//hexler.net/pub/touchosc/touchosc-bridge-1.4.0.1-osx.zip

 

⁃ Scaricare a questo indirizzo, Il Tool è TouchOSC Editor, che vi permetterà di caricare la nostra tastiera midi Modul8

 

https://hexler.net/mint/pepper/orderedlist/downloads/download.php?file=https%3A//hexler.net/pub/touchosc/touchosc-editor-1.8.4-osx.zip

 

⁃ Assicurarvi, almeno per il primo set-up, di avere una connessione wifi sulla quale collegare indipendentemente, il MacBook o Mac, al iPad o iPhone.

 

PREPARAZIONE DI MODUL8

 

 

Come ben sappiamo, Modul8 è un programma che funziona a moduli, quindi, per gestire a pieno le funzionalità mette a disposizione dei moduli on line creati da utenti o rilasciati dalla casa madre, per ampliare le possibilità del programma stesso, e per usare a pieno il nostro tool bisognerà aggiungere alcuni moduli di espansione.

 

quindi dalla sezione modules

scegliamo online library

nella finestra di dialogo che compare selezionate "public library", cerchiamo come primo tool "epilectic strobo"

una volta trovato e selezionato il tool bisognerà installarlo premendo sul pulsante install

il procedimento sarà avvenuto con successo se nella casella dei moduli installati comparirà il modulo richiesto e vedrete comparirlo anche nel programma

Ricordate che subito dopo aver scaricato ed installato un modulo quest'ultimo va attivato sull'apposito tasto di attivazione

il modulo successivo di cui abbiamo bisogno è (lpn) pan, che ci consentirà di muovere i nostri video o le nostre foto nello spazio di proiezione senza dover usaer il moude o una tastiera midi fisica, questo modulo è molto importante se si intende preparare un live show e muovere in tempo reale le clip nelo spazio senza per forza dover tornare in postazione

inseriamo quindi nella ricerca: (lpn) pany per gestire il movimento verticale, una volta trovato, intalliamolo con la stessa procedura.

mentre (lpn) panx per gestire il movimento orizzontale

ricordate sempre di attivare i moduli scaricati e, nel caso di (lpn) bisognerà attivare anche il pulsante pan mode on

Una volta scaricati i moduli il risultato finale del vostro modul8 dovrebbe essere più o meno così

il passaggio successivo nella preparazione di Modul8 è quello di importare e installare la mappa midi inerente al nostro tool, ovvero l'esatta selezione dei midi corrispondenti ai pulsanti di TouchOSC.

 

al seguente link potete scaricare la mappa midi per modul8

 

https://www.dropbox.com/s/rtv01lrqodatk2m/Modul8_TouchOSC.m8mmap?dl=0

per installare la mappa midi vi basterà selezionare in Modul8 la voce mapping, midi mapping ed in fine import midi map

selezionate ora il file appena scaricato, con titolo : Modul8_TouchOSC.m8mmap ed installatelo

per verificare la corretta installazione della midi map vi basterà premere il comando di edit midi map nella casella di testo in alto, o in alternativa premrere cmnd + freccia in alto + M .

 

il prgramma colorerà le caselle e i controlli in verde, se all'interno di queste troverete numeri allora sarà avvenuta l'istallazione della midi map in maniera corretta, poichè ogni numero si riferisce ad un pulsante del midi controller di TuchOSC

INSTALLAZIONE

Una volta preparato modul8 e tutti i componenti per una gestione ottimale dobbiamo concentrarci sull'installazione del nostro tools su TouchOSC, quindi, per prima cosa connettiamo il mac e l'iPad o l'iPhone alla stessa rete WIFI

 

ATTENZIONE

 

TouchOSC può gestire in remoto Modul8 mediante l'utilizzo di una rete wifi in comune o anche mediante un network creato apposta dal nostro mac.

 

SOLO DURANTE L'INSTALLAZIONE DEL NOSTRO TOOL SI E' OBBLIGATI A CONNETTERSI SULLA STESSA RETE, NON UTILIZZANTO UNA CONNESSIONE CREATA DAL MAC, POICHE' IL PROGRAMMA TOUCHOSC EDITOR NON RICONOSCEREBBE LA RICHIESTA DELL'IPAD O IPHONE IN CONNESSIONE NETWORK HOTSPOT.

 

 

 

installiamo i file precedentemente scaricati dal sito hexler, ovvero, il bridge e l’editor di TouchOSC, l’installazione dei file è veloce poiché non sono di grande dimensione.

 

Ora bisogna scaricare il nostro Tool "Modul8" per TouchOSC.

- Scaricate il Tool al seguente indirizzo

 

iPhone : https://www.dropbox.com/s/3jeep1csn237ymn/Modul8-iPhone.touchosc?dl=0

 

iPad : https://www.dropbox.com/s/3fferox19lq2s38/Modul8_iPad.touchosc?dl=0

 

Una volta scaricato il tool per il dispositivo desiderato avviamo TouchOSC Bridge e verifichiamo mediante l'icona che TouchOSC Bridge è attivo ed in funzione

a questo punto apriamo TouchOSC Editor e importiamo il midi tool Modul8

scegliamo ora il tool desiderato, iPhone o iPad, che verrà caricato nel programma

dopodichè avviamo la sincronizzazione con del tool, essendo sicuri di essere connessi sulla stessa rete wifi e avendo attivato TouchOSC Bridge

dal vostro dispositivo adesso, connesso sulla stessa rete wifi, lanciate l'app TouchOSC

selezionate "layout" per entrare nei vostri tools

"add" per aggiungere nuovo layout

se la procedura è stata seguita comparirà in "found hosts" il vostro mac selezionate e lasciate scaricare automaticamente il tool

nella vostra lista layout troverete il tool modul8_iphone o modul8_ipad in base a quello che avete scaricato, quindi selezionatelo

TouchOSC vi riporterà alla schermata iniziale ma con la selezione del layout desiderato, premete "done" e comincerete ad usare il midi controller wireless per Modul8

il tool Modul8, presenta 2 pagine per la versione iPad e 5 nella versione iPhone presentano entrambi le stesse future che andremmo a scoprire di seguito

PAGINA 1

La prima pagina è dedicata alla gestione generale del software e l'uso dei comandi globali dell'intera modulistica, ovvero la manipolazione del quadro di proiezione generale

 

per aiutare l'utente, semplificandone la funzione ci siamo attenuti alla stessa titolazione di Modul8 e abbiamo semplicemente risistemato in maniera utile gli stessi comandi presenti all'interno del software.

 

i comandi " off - 120 - time " sono dedicati all'automazione del cambio di gruppo, che si può ottenere mediante l'attivazione dei due moduli che troviamo preinstallati : BPM Global e Bpm Router, sono una componete principale, e se si desidera gestire, bisognerà attivare non solo i moduli ma anche lo scaling o il fadering dei due gruppi, così da ottenere un'automazione di movimento fra i gruppi.

 

i comandi di " alpha channel" sono agganciati al master, quindi abbassando quel fader ricorreremo ad un black out dell'intera superfice di proiezione.

 

i colori principali " RED - GREEN - BLU " sono agganciati alla gestione alpha globale dei tre colori principali

 

"global speed" e "global scale" sono invece agganciati alla velocità e la dimensione del quadro generale di proiezione, e i fader "trace" e "sound level" sono agganciati alla gestione generale del tracing e del livello di in ed out dell'audio delle clip.

 

Il tasto "Flash" è agganciato al controllo genrale dei tre colori principali RGB ed è sconsigliato premerlo assieme ai tasti colore, per evitare un blocco di uno dei colori

 

il tasto "Strobe" e "Frequenzy" è agganciato al modulo scaricato in precedenza, ovvero "epilectic strobo", che ci permette di generare una strobo automatica e ci da la possibilità di deciderne la frequenza, ovvero la vellcità di comparsa.

PAGINA 2

la seconda pagina è dedicata invece alla selezione delle clip.

 

se intendete usare questo tool senza volervi avvicinare al mac durante l'intero evento preparatevi il caricamento delle clip o del loghi in un primo momento, se avete la possibilità stampate la sequenza degli stessi così da tenerne sempre traccia. i quadrati pieni infatti sono l'esatta proiezione del "media set", modulo di contenutistica dei video, la vostra libreria, per intenderci, questa nell'immagine sottostante

 

mediante l'uso dei fader laterali, potrete scegliere a quale gruppo e a quale delle cinque caselle video agganciare il filmato o una foto

 

ad esempio, se volessimo scegliere di aggiungere un video alla quarta

casella del secondo blocco del gruppo a non ci basterà altro che seleionare

 

1 il gruppo che si vuole modificare

2 il blocco nel quale cambiare il video della casella

3 la csella che si desidera cambiare

una volta selezionatasi la casella ci basterà scegliere il video dal "media set" e premere la casella corrispondente, il video sarà caricato dove abbiamo deciso

di fatti, con questo metodo, solo muovendo il fader della casella, la selezioneremmo come se stessimo premendo con il mause, e questo vale per tutti i selezionatori caselle che ci sono nelle pagine, così possiamo gestire le clip singolarmente in qualsiasi momento.

 

il nuemro di fianco la casella, oltre che per dare traccia serve anche ad attivare o disattivare la casella stessa.

 

PAGINA 3

la terza pagina è dedicata alla selezione delle caselle, è una versione più grande del selezionatore di cui abbiamo parlato pocanzi, è stato messo al centro così da selezionare più velocemente le caselle che si desidera gestire, è di fatto una ripetizione di tutti i selezionatori che ci sono nelle successive pagine, ma avendolo testato per più di tre mesi, ci è sembrato opportuno inserirlo al centro delle pagine per rendere la vita più facile a chi come noi spesso si trova di fronte a vj set live, seguendo la musica e le sensazioni

PAGINA 4

forse la parte più significativa dell'intero tool è questa, assieme alla prima pagina, infatti la quarta pagina è dedicata alla gestione delle singole clip.

 

mediante il selezionatore possiamo decidere quale clip gestire.

 

della clip possiamo gestirne il colore la scala globale e quella per assi, così com la rotazione, mediante le manopole laterali e la velocità, i tasti "reset" portano alla velocità e scala di base della clip.

 

alcuni effetti sono stati inseriti per aiutare la gestione delle clip video

effeto "autocolor" con gestione del bianco, per dare intermittenza alla clip

 

ed effetto "autoscale" con gestione totale per dare movimento alla clip

PAGINA 5

la quinta ed ultima pagina è dedicata al posizionamento della clip, mediante l'uso dei due moduli scaricati in precedenza, ovvero (lpn) pan x ed (lpn) pan y.

 

attivando i moduli possiamo, usando i fader, muovere la clip desiderata, selezionadola da sinistra con il selezionatore che abbiamo già incontrato nelle pagine precedenti.

 

il movimento orizzontale è dato dal "pan mode on _ x ", mentre quello verticale dal "pan mode on _ y"

siamo certi che questo tool possa aiutare, chi per necessità o per utilità voglia gestire Modul8 da un controller midi senza fili, lo abbiamo testato e lo abbiamo ritestato e siamo sicuri che questo tool per TouchOSC sia davvero utile e funzionale, ovviamente noi vi invitiamo a darci feedback e a scriverci qualsiasi tipo di problema, saremmo lieti di aiutarvi a risolverlo e perchè no migliorare un tool che può davvero semplificare il lavoro.

 

 

nel ringraziarvi vi riportiamo ai nostri link social

Copyright 2017 @ All Rights Reserved